Il televisore in salotto gioca un ruolo da protagonista. Quand’è spento però è un riquadro nero. Nel tempo diversi produttori hanno cercato di mimetizzarlo nell’ambiente, ad esempio Samsung trasforma il suo TV Ultra HD 4K spento in un’opera d’arte. Panasonic ha fatto una scelta ancora più radicale, e a IFA 2019 ha presentato un televisore con pannello OLED trasparente.

Al momento è un prototipo, e una prima indicazione di design viene dal fatto che è realizzato in collaborazione con il designer scandinavo Daniel Rybakken. Esteticamente questo prodotto consiste in una cornice in legno chiaro che circonda il pannello trasparente. Tutta la componentistica è nascosta all’interno della struttura in legno, e quando il TV non riproduce contenuti multimediali, il pannello è letteralmente trasparente, con un effetto dal vivo di sicuro impatto.

https://www.youtube.com/watch?time_continue=110&v=wfNx0gjGes4

Panasonic non ha fornito dettagli tecnici sul display OLED, ma osservando il televisore da acceso si nota che le immagini sono di primo livello, con contrasti elevati e angoli di visuale molto ampi. Non ci sono informazioni circa prezzi e disponibilità, del resto si tratta di un prototipo. Non è da escludere che il prodotto, in questa forma, possa non arrivare mai in commercio. Però il pannello OLED trasparente potrebbe essere effettivamente prodotto e venduto su larga scala in futuro, magari con una cornice differente.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

I parchi eolici europei potrebbero produrre energia per tutto il mondo

prev
Articolo Successivo

Sfida fra robot per il soccorso sotterraneo: dovranno dimostrare di sapersi muovere in miniere e fognature

next