Da fine autunno sarà disponibile Beosound Stage, la nuova soundbar di Bang & Olufsen che si distingue per il design minimalista e raffinato. Disponibile nelle due versioni in alluminio satinato o in legno, è compatibile con qualsiasi televisore dotato di connessione HDMI ARC, e include al suo interno quattro woofer e undici altoparlanti, per eliminare la necessità di un subwoofer aggiuntivo.

Offre un sistema audio a tre canali, con un canale centrale ad alte prestazioni per una riproduzione del parlato ottimizzata. L’esperienza è ulteriormente migliorata grazie a Dolby Atmos, una funzione che “movimenta” il suono intorno allo spettatore, in uno spazio tridimensionale. Ciascuno degli altoparlanti è alimentato da un proprio amplificatore, per garantire prestazioni audio ricche e profonde.

La configurazione è semplice: basta solo connettere Beosound Stage alla presa HDMI del televisore tramite il cavo HDMI in dotazione. Dal menu del TV bisogna quindi selezionare l’uscita audio corretta. Sulla soundbar sono integrati i pulsanti fisici per regolare il volume (azione che si può fare anche con il telecomando del TV), passare al brano successivo o precedente quando si ascoltano le fonti audio integrate, abbinare dispositivi Bluetooth.

Due pulsanti aggiuntivi dietro alla cornice servono per la configurazione Wi-Fi o il ripristino del prodotto con le impostazioni di fabbrica. Le dimensioni sono di 110 – 110,4 x 17 – 17,4 x 7,7 cm, per un peso di 8 Kg, e si può installare sia a parete sia appoggiata su un piano.

Quando il televisore è spento, questa soundbar diventa un sistema musicale a sé stante. Supporta le connessioni Wi-Fi domestiche e Bluetooth 4.2, ed è compatibile con Chromecast e Apple AirPlay 2, per ascoltare la musica dallo smartphone o dal tablet direttamente in tutta la casa.

L’unica nota stonata è il prezzo: la versione in alluminio ha quotazioni comprese fra 1.250 e 1.500 dollari, quella in legno va da 1.900 a 2.250 dollari. Chi la orecchie sopraffine inizi a risparmiare.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Occhiali da nuoto con la Realtà Aumentata che visualizzano anche il ritmo cardiaco

next
Articolo Successivo

Perché rimuovere il conteggio dei like su Instagram (e ora anche Facebook) non è la soluzione

next