Mentre 34 persone, dopo lo sbarco delle donne e dei bambini, continuano ad essere ferme sulla Mare Jonio, la nave della ong Mediterranea, con il divieto di entrare in acque territoriali italiane, non si fermano gli sbarchi. Nella notte 62 migranti sono arrivati a Gallipoli, dopo essere stati rintracciati sull’isola di S. Andrea e portati nel porto sulla costa salentina dalla Guardia Costiera. Tra loro ci sono anche nove minori non accompagnati.

“Le persone assistite e soccorse dagli operatori di Croce Rossa Italiana e visitati dai medici di frontiera Usmaf sono tutti in buone condizioni generali. Solo due dei 9 minorenni non accompagnati – riporta la Croce Rossa di Lecce – hanno avuto bisogno di cure mediche e sono stati ospedalizzati. Tutti gli altri sono stati trasferiti a Otranto presso il centro di accoglienza Don Tonino Bello”.

Il veliero che probabilmente ha portato a terra i migranti, tutti pachistani, è stato bloccato al largo di Santa Maria di Leuca. A bordo dell’imbarcazione, ora ferma nel porto di Leuca per accertamenti, erano presenti due uomini. Dieci giorni fa nello stesso porto erano arrivati altri 69 migranti, sempre a bordo di una barca a vela.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Mare Jonio, sbarcati 64 tra donne, bambini e malati: “Ma nave fuori da nostre acque”. Mediterranea: “Manca acqua, rotti dissalatori”

prev
Articolo Successivo

Migranti, sbarcati a Lampedusa donne, bambini e malati dalla Mare Jonio. Restano ancora 34 persone a bordo tra le onde

next