Avrebbe deciso di togliersi la vita, ingerendo dei farmaci, dopo una lite con il fidanzato. Così sarebbe morta la 20enne il cui cadavere è stato trovato ieri in un campo a Busto Arsizio, in provincia di Varese, dal proprietario dell’area che falciava l’erba. A dirlo le indagini della Polizia di Stato coordinata dalla procura di Busto Arsizio.

Secondo i primi risultati dell’autopsia di oggi sul corpo della ragazza non sarebbe stato rinvenuto alcun segno di violenza. La 20enne, di origine romena, aveva già tentato il suicidio pochi giorni fa. Ieri il corpo è stato trovato ricoperto di mosche, inizialmente scambiato per “uno strano mucchio di cose”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Bologna, 28enne ucciso a coltellate durante una lite in strada

prev
Articolo Successivo

Omicidio Isabella Noventa, trovate ossa su una spiaggia vicino a Rovigo: “Possono essere quelle della donna scomparsa tre anni fa”

next