Erano armati di mazze da baseball e armi da fuoco quando ieri sera 20 agosto, intorno alla mezzanotte, hanno fatto irruzione sul set dell’ultimo video del rapper francese Booba. Gli assalitori hanno ferito tre delle circa venti persone che si trovavano sul luogo. I tre, secondo la radio Europe 1, non sarebbero in gravi condizioni. L’artista, al momento della sparatoria, aveva già lasciato il set che era stato allestito a Aulnay-sous-Bois, nella banlieue di Parigi. Gli aggressori sono riusciti a fuggire prima dell’arrivo delle forze dell’ordine. Élie Yaffa, meglio conosciuto con il suo pseudonimo Booba, è un rapper di origine senegalese. Non è la prima volte che Yaffa si trova al centro delle cronache: lo scorso agosto 2018 è stato protagonista di una violenta rissa con il rapper Kaaris all’aeroporto di Orly nella zona duty-free, davanti a centinaia di testimoni. Decine di migliaia di euro di danni alle strutture dell’aeroporto, tanto da arrivare alla denuncia dei due rapper e dei rispettivi entourage. La sentenza del processo è arrivata i primi di ottobre: i due rapper condannati a 18 mesi con condizionale e al pagamento di 50000 euro di danni.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Usa ogni giorno cotton fioc: un’infezione grave si stava propagando nel suo cervello. Operata d’urgenza

prev
Articolo Successivo

Margarita Plavunova, morta l’atleta 25enne: malore improvviso

next