Per cercare di rendere più gradevole l’odore dei vagoni della metropolitana – sopratutto in questi mesi caldi -, la società che gestisce il trasporto pubblico locale ha pensato di mettere del profumo nel sistema di ventilazione dei treni. Un’iniziativa che non è piaciuta affatto però ai viaggiatori che in un sondaggio l’hanno bocciata. Succede a Vienna, dove l’Apa ha offerto ai viaggiatori una metropolitana letteralmente “profumata” ma l’esperimento durato un mese non è stato apprezzato.

Come annunciato da fonti ufficiali di municipalità e azienda di trasporti viennese, in una votazione online 21 mila dei 37 mila partecipanti al sondaggio si sono pronunciati contro il progetto-pilota che è stato condotto per quasi un mese a luglio. Il sistema di ventilazione di quattro treni su due linee aveva diffuso aromi dai nomi accattivanti: “Relax”, “Energize”, “Fresh White Tea” e “Happy Enjoy”. Ma solo 16 mila votanti hanno dichiarato di apprezzarli e quindi l’iniziativa verrà abbandonata.

Per rendere gradevole l’odore dei vagoni si continuerà a puntare su un divieto di consumare cibi anche se una “breve” riedizione dell’iniziativa è prevista per settembre utilizzando la profumazione preferita da chi ha votato a favore: “energize”, fa sapere l’Apa, precisando che il test condotto dal 3 a fine luglio è costato 5.000 euro.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Spende in droga e prostitute i fondi raccolti per le cure del figlio affetto da malattia rara: arrestato 37enne

next
Articolo Successivo

Procione rimane incastrato in un tombino: il salvataggio dei vigili del fuoco durato due ore

next