E’ morto a 82 anni Giovanni Semeraro, presidente e azionista di riferimento del Lecce dal 1994 al 2012. L’imprenditore, proprietario della Banca del Salento – poi Banca 121 – fino alla cessione al Monte dei Paschi di Siena, con il suo arrivo in giallorosso ha ottenuto la promozione in Serie A. Durante la sua gestione, il Lecce ha giocato nove campionati di Serie A, con il picco raggiunto tra il 2003 e il 2005, quando i pugliesi chiusero al 10° e all’11° posto. Nel 2005, in particolare, i giallorossi allenati da Zdenek Zeman finirono la stagione con il secondo miglior attacco della Serie A, ospitando fra le proprie fila bomber del calibro di Mirko Vucinic, Ernesto Chevanton e Valeri Bojinov.

Con una nota sul proprio sito ufficiale il club salentino ha espresso “il più profondo cordoglio” per la sua scomparsa. “Semeraro ha scritto pagine indelebili della storia del calcio leccese. I risultati sportivi sotto la sua gestione hanno consolidato e rafforzato la notorietà del club a livello nazionale. Tutta la famiglia dell’U.S. Lecce si stringe attorno al dolore che ha colpito la famiglia Semeraro”, si legge nella nota. “Ci mancherà tanto Giovanni per la sua presenza così importante che ha avuto nella città sia per le sue doti umane, sia per le sue capacità imprenditoriali”, ha affermato l’ex sindaco ed ex ministro Adriana Poli Bortone. “Siamo vicini a Elena e alla famiglia con tanto affetto”.

 

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Mihajlovic inizia la chemioterapia: “Si tratta di leucemia acuta prevalentemente mieloide”

prev
Articolo Successivo

Neymar, l’addio della star come spartiacque del Psg: dopo oltre un miliardo investito sul mercato, a Parigi pensano allo stile Ajax

next