Donald Trump l’aveva attaccata su Twitter, insieme ad altre tre deputate di origini straniere, dicendole di “tornarsene a casa”, in un Paese “infestato dal crimine”. In un comizio in North Carolina, poi, l’aveva accusata di avere “alle spalle una storia di provocazioni antisemite”, provocando la reazione dei sostenitori repubblicani, che hanno iniziato a gridare: “Mandala a casa”. E a casa, in Minnesota, la deputata scappata dalla Somalia all’età di dieci anni a causa della guerra, Ilhan Omar, è tornata. Ed è stata accolta così.

Video Twitter/Tom Hauser

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

TRUMP POWER

di Furio Colombo 12€ Acquista
Articolo Precedente

Trump attacca deputata nera e i suoi sostenitori lo acclamano. I cori: “Rimandala indietro”

next
Articolo Successivo

Marocco, turiste scandinave decapitate: 3 condanne a morte. Carcere per altri 21 imputati

next