“Il vostro governo e la crescita sono due mondi paralleli destinati a non incontrarsi. Noi pensiamo che siate incapaci e i numeri parlano per voi”. Cosi’ il senatore del Pd ed ex presidente del Consiglio Matteo Renzi, ha attaccato la maggioranza durante la discussione sulla fiducia sul decreto crescita nell’aula del Senato. E ha aggiunto, con sarcasmo: “Un tempo era tutto un ‘governo non eletto’, oggi si chiama ‘avvocato del popolo’, un tempo era tutto ‘un inciucio’, ora si chiama contratto di governo, e l’avreste fatto per non litigare. Invece rispetto a voi, ‘Beautiful’ e’ il paradiso terrestre”.

E ancora: “Qui un tempo era tutto ‘onesta’, onesta’!’. Ora sono 49 milioni“, (riferendosi ai soldi che la Lega dovrebbe restituire, secondo le inchieste giudiziarie aperte sui conti del partito, ndr). “Ormai mettete una fiducia al mese. Se potessi avere una fiducia al mese…” afferma con sarcasmo. Durissimo il giudizio di sul presidente del Consiglio, Giuseppe Conte: “Aveva previsto un 2019 bellissimo. Un aspirante meteorologo, il vice dei suoi vice, cerimoniere senza cerimonie che non riesce a mettere bocca sulla Libia, sul Venezuela, su Trump. Va alle riunioni sulle nomine europee con il suo portavoce Casalino, forse perchè ha scambiato le nomine con le nomination”.

L’effetto del decreto ‘decrescita’ è che voi chiudete l’Ilva, dando un gigantesco alibi a quell’azienda privata a non fare la piu’ grande operazione di bonifica che noi abbiamo costruito, andando a prendere un miliardo di euro dai Riva, mentre voi facevate promesse ai tarantini. E la tav la fate si o no?” Urla il senatore dem, che conclude così: “in questa fase in cui il mondo va verso l’intelligenza artificiale, voi scegliete la strada della stupidità naturale. Per questo voteremo no al decreto. Voi avete detto no alla crescita e l’Italia pagherà il conto della vostra cialtronaggine” e nell’aula del Senato subito dopo ci sono stati applausi e qualche contestazione, con il richiamo all’ordine del vicepresidente del Senato Roberto Calderoli, che sta presiedendo l’Aula, al “senatore Giarrusso e soci”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Veneto, la Lega nomina l’ex assessore di Galan in società regionale: era decaduta per irregolarità nelle spese elettorali

prev
Articolo Successivo

Governo, Salvini dopo le tensioni: “Andare al voto? Coi mercati e lo spread, no. Porteremo a termine il nostro lavoro”

next