“Sono l’ultimo bohémien di questo paese. Oggi mi sfrattano, ma questa è la legge, non è la giustizia che è al di sopra della legge”. Questa mattina Marco Castoldi, in arte Morgan, ha lasciato la sua villetta di Monza, dopo che nel 2017 il Tribunale aveva deciso per il pignoramento in seguito al mancato pagamento degli alimenti alle figlie delle sue ex mogli e un debito con Equitalia. Dopo il rinvio dello sfratto della scorsa settimana, l’artista aveva provato a salvare l’immobile senza successo e oggi punta il dito contro il sistema giudiziario e contro i suoi colleghi che lo hanno lasciato solo: “Vasco, Jovanotti e Ligabue pensano solo a fare dischi, non sono stati al mio fianco”. Di fronte ai giornalisti ha raccontato di aver passato l’ultima notte scrivendo due canzoni e a chi gli chiede della questione degli sfratti nel paese: “Sono al fianco di chi occupa le case, facciamo una battaglia per i diritti, avevo anche chiesto di venire a occupare la casa”

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Gianni Morandi, i fan gli fanno gli auguri per l’onomastico ma lui rivela: “Non mi chiamo così”

prev
Articolo Successivo

Paola Turci fa un tweet critico su Roma e viene travolta dagli insulti: “Che hai fatto alla faccia? Sniffi l’umido?”

next