Nel sangue di un bambino residente nel quartiere parigino di Notre-Dame sono state trovate tracce di piombo superiori al limite di sicurezza. Per questo, dopo l’incendio divampato nella cattedrale, il 15 aprile scorso, le autorità sanitarie di Parigi hanno invitato tutte le famiglie con bambini di età inferiore a sette anni e le donne incinte che vivono nel quartiere a “recarsi dal proprio medico curante” per un analisi del dosaggio di piombo nel sangue, il cui limite per la salute è di 50 microgrammi per litro.

Nel frattempo, l’Agenzia regionale della Salute dell’Ile-de-France sta portando avanti un’inchiesta ambientale per identificare, nei luoghi frequentati dal bambino, eventuali cause alternative a quella dell’incendio. La verifica ha l’obiettivo di stabilire se “i fattori di esposizione al piombo” sussistano ancora. Le stesse autorità sanitarie precisano che un tasso anomalo del metallo pesante dovuto a una causa precisa non comporta alcuna terapia medica particolare da seguire.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Germania, ucciso il politico Cdu Walter Luebcke: durante la crisi del 2015 si batté per l’accoglienza dei migranti

prev
Articolo Successivo

Australia, uomo spara in hotel e uccide almeno 5 persone: arrestato. I media locali: “Era da poco uscito dal carcere”

next