Ho scelto di farla finita con questa vita. Mi trovo in una situazione che non posso più affrontare quindi la decisione è questa. Non sto scherzando. Ho chiamato per salutare tutti. Sono in macchina, in viaggio per la destinazione in cui ho deciso di morire“. Ha esordito così Roberto nella sua telefonata in diretta al Morning Show di Radio Globo. L’uomo ha annunciato ai conduttori, colti di sorpresa, di volersi suicidare: “Sono su via Mattia Battistini, ho preso la mia decisione. Ho una situazione economica difficile, non sono stato pagato, ho 2.500 euro di debiti non so come fare per tutelare la mia famiglia. Ho una bambina con disabilità, sono disperato”, ha ripetuto l’uomo al telefono.

Intanto, dall’altro capo del telefono, i due conduttori hanno agito prontamente: con delle scuse hanno tenuto in onda Roberto, facendolo parlare e sfogarsi così da dare il tempo alle forze dell’ordine, prontamente avvertite, di individuarlo e raggiungerlo prima che compisse il folle gesto. “Roberto si troverà una soluzione – hanno continuato a ripetergli infatti i conduttori – devi pensare alla tua famiglia”. Così, grazie al lavoro congiunto della Radio e degli agenti, l’uomo è stato identificato e raggiunto prima da uno speaker del programma, Federico De La Vallée, che ha provato a supportarlo in attesa che arrivassero rinforzi dalla polizia. Sul posto è arrivata anche un’ambulanza e l’uomo è stato portato sano e salvo in commissariato.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Vittorio Feltri: “Io non mi tingo i capelli, mica sono Berlusconi che mette la moquette”

next
Articolo Successivo

Roberto Giacobbo: “L’alternativa ad Alberto Angela sono io”

next