Nonostante i botta e risposta continui e le fibrillazioni di queste settimane tra Lega e M5s che hanno portato ieri il sottosegretario alla presidenze del Consiglio a paventare la crisi di governo, sia ieri Di Maio, sia oggi Salvini auspicano la stessa cosa: “Spero che dopo il 26 maggio le cose si tranquillizzeranno” afferma il vicepremier pentastellato. “Io mi auguro che tra dieci giorni, finita la campagna elettorale tutti tornino a mantenere gli impegni presi” gli fa eco Salvini che assicura: “Non userò il voto europeo per dinamiche italiane o per chiedere rimpasti di governo”