L’ex presidente della Camera Laura Boldrini voterà Partito democratico alle Europee. La deputata di Liberi e Uguali non seguirà l’esperienza dei compagni di Sinistra Italiana ed ex Mdp con la lista La Sinistra. Il percorso della Boldrini sarà piuttosto quello di Giuliano Pisapia, candidato per il Pd nella circoscrizione Nord-Ovest. Due anni fa Boldrini e Pisapia avevano tentato di riunire tutti i partiti e i movimenti a sinistra del Partito democratico, all’epoca ancora guidato da Matteo Renzi. L’ex presidente della Camera ha spiegato così la sua scelta in un’intervista a Otto e mezzo, su La7. “Ci dobbiamo occupare di Europa più che di Salvini – ha spiegato la Boldrini rispondendo a Lilli Gruber – e secondo me stiamo decidendo il futuro dell’Unione Europea e dei nostri figli. Da tempo avevo proposto una lista di tutto il centrosinistra perché secondo me c’era bisogno di un’operazione innovativa. Purtroppo non è stato possibile, ma spero che tutte le liste del centrosinistra raggiungano la soglia del 4 per cento per non disperdere voti. Io ho scelto di votare la lista del Partito Democratico perché è la lista che ha fatto più sforzi per aggregare, perché il Pd appartiene alla famiglia socialista, che al Parlamento europeo è la componente progressista più forte, e poi perché ho letto il programma e ci ho trovato una svolta sociale importante”.

Secondo la deputata di Liberi e Uguali “l’alternativa alla deriva della Lega non saranno mai i 5 Stelle, per questo serve un fronte progressista solido”. “Di Maio – aggiunge – ha una politica opportunistica, condivide il governo con la Lega, che segue nella sua politica di ultradestra, salvo poi fare retromarcia sulla base dei sondaggi perché si accorgono che perdono consensi”.

Il primo a felicitarsi della scelta della Boldrini è stato l’ex presidente del Consiglio e attuale presidente del Pd Paolo Gentiloni: “Brava Laura Boldrini che annuncia il suo voto alla lista Pd, la scelta progressista e europeista contro il nazional populismo” ha scritto su twitter. Il segretario Nicola Zingaretti ribadisce: “La scelta di Laura Boldrini rafforza le nostre convinzioni e il nostro progetto. La lista unitaria l’abbiamo pensata proprio per riunire un campo largo e mandare a casa il governo delle destre Salvini – Di Maio”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Di Maio: “Striscioni rimossi e persone segnalate, troppa tensione. Lavoriamo”. Lega: “Reati in calo, i morti sul lavoro no”

next
Articolo Successivo

Sindacati forza armate, Lega vota contro provvedimento M5s: maggioranza va sotto in commissione Difesa alla Camera

next