Con 8mila euro la chiudiamo qui“, “io pensavo a 5mila”, “mi pare poco”, “a prescindere dai mille in più o in meno, a me interessa entrare nel suo cuore”. È parte della conversazione, intercettata dai carabinieri, tra un imprenditore e un funzionario che cercano un accordo, a Palermo, per le tangenti su alcuni appalti che coinvolgono il Provveditorato opere pubbliche. Agli arresti sono finiti quattro pubblici ufficiali, mentre otto imprenditori sono indagati.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Aldo Moro, la figlia chiede lo stop alla beatificazione. E merita di essere presa sul serio

next
Articolo Successivo

Privacy, sanzioni record nel 2018: oltre 8 milioni. “Allarme cybersicurezza nella sanità”

next