Lewis Hamilton conquista per la terza volta in carriera il Gp del Bahrain, secondo appuntamento stagionale della Formula Uno. Dopo una corsa piena di colpi di scena il britannico della Mercedes taglia per primo il traguardo davanti al compagno di scuderia Valtteri Bottas, terza la Ferrari di Charles Leclerc che dopo aver dominato gran parte della gara cede il passo nel finale per un problema al motore. Quinto posto per l’altra ‘rossa’ quella di Sebastian Vettel che chiude dietro alla Red Bull di Max Verstappen.

La fortuna non è stata dalla parte della Ferrari: Charles Leclerc, ampiamente in testa fino al 48/o giro, ha lamentato improvvisamente problemi alla power unit ed è stato superato da Lewis Hamilton, che lo tallonava da vicino. Male anche Sebastian Vettel, che in precedenza era stato costretto a fermarsi quando era terzo per la perdita dell’alettone anteriore, rientrando poi nelle retrovie.

 

 

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Gran Premio d’Australia, è subito doppietta Mercedes: ma a sorpresa a trionfare è Bottas. Ferrari giù dal podio

prev
Articolo Successivo

Gp Bahrain: Leclerc, in casa Ferrari è nata una stella. Ma nel giorno sbagliato

next