Proprio oggi Milly Carlucci con il “Ballando day” ufficializzerà il cast dello show del sabato sera di Rai1 all’interno di tutti i programmi della prima rete del servizio pubblico. Il debutto è fissato per sabato 30 marzo con l’attesissima sfida con Amici di Maria De Filippi, nei giorni scorsi la comica Valeria Graci aveva lanciato su twitter l’hashtag #millyripensaci dopo essere stata esclusa dal programma ballerino. La notizia è diventata motivo di discussione a Vieni da me, dove Rosanna Cancellieri cura una rubrica di gossip.

La capisco è una storia molto dolorosa per me“, esordisce l’ex volto del Tg3 rivolgendosi a Caterina Balivo per poi spiegare: “Io adoro ballare, nella prossima vita vorrei essere una étoile. Milly mi aveva chiamato: ‘Vieni ti voglio fare un provino perché pensavamo a te per averti nel cast di Ballando con le stelle’. Io pazza di gioia, do il meglio di me, cerco di fare la migliore delle figure, racconto tutto il mio amore, la mia dedizione, la passione per la danza e Milly mi dice ‘che bello, tu sei proprio la nostra concorrente ideale’”, racconta con entusiasmo la Cancellieri.

Dopo il provino però più nulla: “Torno a casa volando e non si sono fatti più vivi“, aggiunge la giornalista. La Balivo incalza: “No, sei stata rifiutata?”, la Cancellieri replica: “Ignorata proprio, non mi hanno più chiamata. Mi hanno proprio deluso ed illuso così”. Chi scenderà dunque in pista nello studio del Foro Italico? Gli attori Angelo Russo, famoso per il ruolo di Catarella in Montalbano, Enrico Lo Verso, Ettore Bassi, Manuela Arcuri e Milena Vukotic.

Si metteranno in gioco l’ex calciatore Dani Osvaldo, la vincitrice di The Voice of Italy Suor Cristina  e gli ex politici Nunzia De Girolamo e Antonio Razzi. Nel cast anche il vichingo star di Instagram Lasse Matberg, lo youtuber Marco Leonardi e i modelli Kevin & Jonathan Sampaio. A rischio la presenza di Nancy Brilli.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Wanda Nara: “Nessuno può farmi stare zitta. Continuerò a dire le cose che penso”

prev
Articolo Successivo

Facebook e Instagram fuori uso, la gente chiama la polizia. Che risponde: “Non possiamo fare nulla perché, lo sapete, loro sono in America”

next