La posizione di Matteo Richetti emersa dall’audio? Cosa volete che vi dica? Che non lo sapessi? Questo è un audio di qualche giorno fa nel pieno di un lavoro che, come sempre, è molto complicato quando si fanno le liste, in particolare per l’assemblea nazionale. Ma è tutto ampiamente superato dalle cose che per fortuna abbiamo fatto dopo, limando un po’ di questioni interne nei vari territori”. Lo afferma ai microfoni di 24 Mattino (Radio24) Maurizio Martina, candidato alla segreteria del Pd, a proposito della nota vocale con cui il senatore dem Matteo Richetti, suo principale sostenitore alle primarie del partito, si sfoga amaramente.
“Ieri sera a Roma” – continua Martina – “ero con Calenda, Delrio e Richetti e c’erano migliaia di persone. Abbiamo fatto una bellissima iniziativa tutta legata all’ascolto di alcune esperienze sociali. Stiamo lavorando tanto insieme. Per me, quando si fa questo lavoro, è ovvio che ci siano anche momenti di tensione, per fortuna superati“.

Il politico del Pd si pronuncia anche sulle elezioni europee: “Pizzarotti e +Europa andranno per i fatti loro? Non è vero, decideranno anche nelle prossime settimane. Il Pd deve stare in una lista più ampia, che coinvolga anche esperienze civiche diverse, inclusa quella di +Europa e di Federico Pizzarotti. Io sin dall’inizio lavoro all’idea promossa da Calenda e da tanti altri attorno al progetto “Siamo Europei”. Dal 4 marzo, se faccio il segretario del Pd, riunisco le persone del manifesto ‘Siamo europei’ e costruiamo un comitato nazionale che fa partire il progetto, al cui interno ci vedo il Pd”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

M5s, nessuna rinuncia alla legalità. Il quesito su Salvini puzzava troppo di trappola

prev
Articolo Successivo

Tav, Sala incontra il sindaco di Lione: “Rischiamo di andare nella serie B d’Europa. Io leader opposizione? Lo è Milano”

next