La posizione di Matteo Richetti emersa dall’audio? Cosa volete che vi dica? Che non lo sapessi? Questo è un audio di qualche giorno fa nel pieno di un lavoro che, come sempre, è molto complicato quando si fanno le liste, in particolare per l’assemblea nazionale. Ma è tutto ampiamente superato dalle cose che per fortuna abbiamo fatto dopo, limando un po’ di questioni interne nei vari territori”. Lo afferma ai microfoni di 24 Mattino (Radio24) Maurizio Martina, candidato alla segreteria del Pd, a proposito della nota vocale con cui il senatore dem Matteo Richetti, suo principale sostenitore alle primarie del partito, si sfoga amaramente.
“Ieri sera a Roma” – continua Martina – “ero con Calenda, Delrio e Richetti e c’erano migliaia di persone. Abbiamo fatto una bellissima iniziativa tutta legata all’ascolto di alcune esperienze sociali. Stiamo lavorando tanto insieme. Per me, quando si fa questo lavoro, è ovvio che ci siano anche momenti di tensione, per fortuna superati“.

Il politico del Pd si pronuncia anche sulle elezioni europee: “Pizzarotti e +Europa andranno per i fatti loro? Non è vero, decideranno anche nelle prossime settimane. Il Pd deve stare in una lista più ampia, che coinvolga anche esperienze civiche diverse, inclusa quella di +Europa e di Federico Pizzarotti. Io sin dall’inizio lavoro all’idea promossa da Calenda e da tanti altri attorno al progetto “Siamo Europei”. Dal 4 marzo, se faccio il segretario del Pd, riunisco le persone del manifesto ‘Siamo europei’ e costruiamo un comitato nazionale che fa partire il progetto, al cui interno ci vedo il Pd”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

M5s, nessuna rinuncia alla legalità. Il quesito su Salvini puzzava troppo di trappola

next
Articolo Successivo

Tav, Sala incontra il sindaco di Lione: “Rischiamo di andare nella serie B d’Europa. Io leader opposizione? Lo è Milano”

next