Pensioni d’oro? Mi sono sinceramente rotto le scatole. Non c’è nulla da nascondere o da difendere. Le nostre regole sono uguali a quelle degli altri. Se poi c’è qualcuno che ha sbagliato si intervenga su quel qualcuno, ma non si facciano altre operazioni”. A dirlo, il segretario generale della Cgil, Maurizio Landini, al convegno L’Inps al servizio del Paese: quale futuro?. Landini poi ha raccontato un aneddoto: “Visto che ora ho il privilegio di muovermi con l’autista, sono stato fermato da un benzinaio che mi ha criticato: ‘Ah, tu vai in giro coi nostri soldi’. E io gli ho risposto: ‘Perché, sei iscritto al sindacato? Le tue tasse e le mie tasse servono per pagare i politici che dovrebbero fare i nostri interessi'”.