“Non ci interessano pateracchi radical chic. Noi siamo alternativi all’iniziativa di Carlo Calenda che non so nemmeno se piace a sinistra”. Così il presidente del Parlamento europeo, e vicepresidente FI, Antonio Tajani, nel corso di una conferenza stampa sulle iniziative del partito in occasione dei 25 anni dalla discesa in campo di Silvio Berlusconi, liquida in poche parole l’iniziativa dell’ex ministro dello Sviluppo economico per una lista unitaria antisovranista alle elezioni europee del prossimo maggio. “Vogliamo occupare quello spazio che c’è tra Lega e M5s“, afferma Tajani che poi rivendica: “Abbiamo dimostrato di saper ottenere in Europa quelle cose che gli altri vogliono ottenere solo a parole”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

B.COME BASTA!

di Marco Travaglio 14€ Acquista
Articolo Precedente

Lega, Garavaglia: “Col M5s ci prendiamo a sportellate ma governo regge. Diciotti? Vediamo come votano”

next
Articolo Successivo

Davos, il discorso di Conte è stato splendido. Ma il mondo non è umanesimo

next