È morto all’età di 83 anni l’attore statunitense Frank Adonis, amato dal regista Martin Scorsese e famoso per i suoi ruoli in Toro scatenato e Quei bravi ragazziÈ stata Denise, la moglie dell’interprete a rivelare al sito Tmz la morte del marito, avvenuta il 26 dicembre a Las Vegas. A tenerlo in vita negli ultimi giorni erano state le macchine che respiravano per lui dopo una lunga malattia ai reni. “Ci mancherà, è stato un grande padre e un marito straordinario, ha aiutato tutti gli amici che poteva. Grande scrittore, regista e attore, era il mio migliore amico”, ha detto la moglie al giornale online.

Nato come Frank Testaverde Scioscia a New York il 27 ottobre 1935, ha interpretato spesso ruoli di gangster. Come attore ha esordito nel film Il braccio violento della legge (1971) di William Friedkin, a cui sono poi seguiti Lucky Luciano (1973), diretto da Francesco Rosi, e Crazy Joe (1974), con la regia di Steven Knight. Con Scorsese il sodalizio artistico inizia nel 1980 quando per l’attore viene scelto per il ruolo di Patsy. Il successo ritorna 10 anni dopo con la pellicola culto Quei bravi ragazzi, che vede Adonis interpretare Anthony Stabile. Sempre a fianco di Robert De Niro e Joe Pesci, Adonis recita nel 1995 in Casinò, spesso considerato la terza parte della trilogia della mafia di Scorsese. Al suo attivo anche una pellicola girata, questa volta, come regista: One Deadly Road del 1998 con tema centrale sempre il mondo dei gangster.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Nelle tue mani, il film che sfiderà ricchi, befane e moschettieri al botteghino

next
Articolo Successivo

Moschettieri del Re, com’è fiacca la parodia pop di Veronesi con Favino e Mastandrea

next