Ho avuto paura degli stalker. Mi hanno stalkerizzato in vari momenti della mia vita, in America e in Italia. Alcuni li ho denunciati. Avevo paura di essere ucciso. È brutto vivere con questa pura perché non vuoi più uscire, aspetti il momento che questa persona si stufi. Poi quando si stufano spariscono. A volte avrei preferito non essere Dario Argento e provocare queste emozioni così forti nella gente, che finiva per perdere la testa”. Ospite di Caterina Balivo a Vieni da me, il celebre regista Dario Argento ha rivelato di esser stato perseguitato da uno stalker e spiegando che è stata la sua grande paura per un po’ di tempo.

Poi Dario Argento ha ricevuto due videomessaggi dalle figlie Fiore e Asia, che ha detto: “Ciao papà, so che sei da Caterina. Sei il papà migliore del mondo sono davvero fortunata ad avere avuto te come padre. Non mi hai mai giudicata, mi hai sempre aiutato. È stato un anno difficile per te e per me. Ti voglio bene. Ti scrivono da tutto il mondo ma nessuno ti ama come me”.

“Quest’anno è stato pesante per me e Asia; io sono caduto e mi sono rotto il braccio, lei per le denunce, fidanzamenti sbagliati… Ma quando uno ama non può stare a sentire il genitore che dice che sta facendo una stupidaggine. Quando stava con Corona io intervenivo, ma blandamente. Poi si sono lasciati subito, è durata niente. Asia ha un carattere ribelle e volitivo, per questo succede sempre così con gli uomini. Ha sbagliato già tanto, spero che ora starà più attenta” ha commentato il regista di “Suspiria” dopo il video messaggio di Asia.

 

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

X Factor 2018, polemiche sui social per i like di Anastasio a Salvini e CasaPound. Il rapper: “Sono un libero pensatore, questa cosa mi è sfuggita di mano”

next
Articolo Successivo

Il mondo di Patty, l’attore Juan Darthés ricoverato in ospedale: il malore dopo le accuse di stupro

next