“No, di questo non voglio parlare”, risponde bruscamente Claudia Cardinale quando, nel salotto di Domenica In, Mara Venier le dice: “Tu eri ragazza quando a Tunisi hai subito una violenza“. “Io sono ambasciatrice Unesco da 30 anni – si è limitata a spiegare l’attrice – e mi occupo delle donne, dei gay, dei bambini e insieme ad Amnesty International mi batto contro la pena di morte”. Un netto cambiamento di tono che ha costretto la Venier a cambiare subito argomento lasciando cadere il discorso.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Roberto Saviano a Che tempo che fa: “Per Trump i migranti scappati dall’Honduras sono criminali. La realtà è che fuggono dal crimine”

next
Articolo Successivo

Vialli a Che tempo che fa parla della malattia: “Mi ha reso persona migliore, ma me la sono fatta addosso: volevo non morire prima dei miei genitori”

next