Proseguendo il nostro viaggio tra le Indie italiane, alla Milan Games Week abbiamo incontrato Antonino Troisi, di Stigma Studio, che si occupa del game design di Lost Paradise, un titolo molto promettente dalla grafica di alto livello e con sistema di combattimento che prevede combattimenti corpo a corpo e con armi da fuoco.

Con Lost Paradise l’intenzione dello studio era di creare qualcosa di più ambizioso rispetto alle altre produzioni del panoraa indie italiano; un titolo ambizioso però, sopratutto in ambito indie dove le risorse economiche sono più limitate, richiede anche tempi di sviluppo superiori, infatti per vedere il titolo di Stigma Studio completo potremmo dover ancora attendere due anni.

(video di Fabio Abati)

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Netgear Arlo Go, la telecamera per videosorveglianza semplice ed efficace anche senza elettricità e Wi-Fi

prev
Articolo Successivo

Cuffie senza fili che parlano con Android con un solo clic, ci siamo!

next