Alla Milan GamesWeek, in area Indie, abbiamo incontrato Giulia Avogaro del team di Beyond the Gate, startup milanese che sviluppa progetti educativi tramite la realtà virtuale e i videogiochi.

Beyond the Castle è un percorso che nasce per raccontare la storia del Castello Sforzesco di Milano, permettendo ai partecipanti di vestire i panni di un arciere o balestriere e partecipare alla difesa delle mura, il tutto all’interno delle strutture del castello stesso. La startup è attualmente impegnata anche in un secondo progetto a sfondo scientifico chiamato Beyond the Dna.

(video di Fabio Abati)

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Sulle Pec istituzionali violate è calato il silenzio. A chi interessano le (nostre) credenziali?

prev
Articolo Successivo

Sceneggiatori, un algoritmo è pronto a sostituirli. E non è una buona notizia

next