“In questi anni il Pd si è preoccupato più della felicità dei mercati che della felicità delle persone. È per questo che, cari dirigenti, avete fallito. Ed è per questo che io, insieme a quelli che voi avete tradito, ci candidiamo a ricostruire il Partito democratico dalle sue fondamenta”. Così il più giovane candidato alla segreteria del Pd, Dario Corallo, dal palco dell’assemblea nazionale dem. Corallo, 30 anni, si è candidato lo scorso ottobre dopo aver lavorato per due anni nell’ufficio stampa di Maurizio Martina quando era ministro alle Politiche agricole.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Assemblea Pd, Zingaretti: “Tutti a primarie: siano aperte, via 2 euro per votare. Aiutatemi a cambiare questo partito”

prev
Articolo Successivo

“Per un populismo di sinistra” di Chantal Mouffe. O come sfidare la destra xenofoba radicalizzando la democrazia

next