“In questi anni il Pd si è preoccupato più della felicità dei mercati che della felicità delle persone. È per questo che, cari dirigenti, avete fallito. Ed è per questo che io, insieme a quelli che voi avete tradito, ci candidiamo a ricostruire il Partito democratico dalle sue fondamenta”. Così il più giovane candidato alla segreteria del Pd, Dario Corallo, dal palco dell’assemblea nazionale dem. Corallo, 30 anni, si è candidato lo scorso ottobre dopo aver lavorato per due anni nell’ufficio stampa di Maurizio Martina quando era ministro alle Politiche agricole.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Assemblea Pd, Zingaretti: “Tutti a primarie: siano aperte, via 2 euro per votare. Aiutatemi a cambiare questo partito”

next
Articolo Successivo

“Per un populismo di sinistra” di Chantal Mouffe. O come sfidare la destra xenofoba radicalizzando la democrazia

next