Una scimmia si è intrufolata in una casa e ha strappato un neonato di 12 giorni dalle braccia della madre che lo stava allattando e poi l’ha ucciso. È successo lunedì scorso a Runatka, una piccola città dell’India settentrionale: “La porta d’ingresso era aperta – ha raccontato ai media locali il papà – e mia moglie stava allattando Arush quando la scimmia è entrata”. La donna non è riuscita a trattenere il piccolo Arush dalla furia dell’animale che l’ha afferrato per il collo e l’ha portato con sé sul tetto di una casa. I genitori hanno dato subito l’allarme e, insieme ai vicini, hanno cominciato lanciare pietre verso la scimmia ma non sono riusciti a farla scendere.

Quando dopo finalmente il padre del bimbo è riuscito a salire sul tetto dell’abitazione era troppo tardi: l’animale aveva lasciato il corpo senza vita del piccolo Arush. Secondo le prime indagini, il neonato è stato ferito mortalmente dall’animale al collo e alla testa. Non è il primo caso del genere che si verifica nella zona: lo stesso giorno una scimmia aveva già attaccato una quattordicenne del quartiere, mentre due mesi prima un altro neonato era stato rapito, senza però riportare grosse ferite.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Barbara D’Urso nel cast di Beautiful: la conduttrice è stata chiamata a recitare al fianco di Brooke e Ridge

next