Ferito durante una battuta di caccia. È questa l’ipotesi degli inquirenti che indagano sulle causa che hanno portato al ricovero all’ospedale Salesi di Ancona di un bambino di 10 anni ferito da alcuni pallini. Non è chiaro se padre e figlio vi stessero partecipando. Il ferimento è avvenuto a Osimo ieri pomeriggio.

Mentre era sottoposto alle prime cure, il padre, apparso molto provato, ha chiesto ai medici se erano sicuri che si trattasse di pallini e non di frammenti di cemento. Da qui l’ipotesi che il proiettile abbia raggiunto un muretto e che il ragazzino sia stato ferito di rimbalzo. Il bambino, colpito al viso, al collo, a una spalla e a una mano, è stato sempre vigile e, secondo fonti ospedaliere, è ricoverato in rianimazione per mancanza di letti. Sono i pallini che hanno colpito la testa a destare le maggiori preoccupazioni. Il ragazzino è stato trasportato all’ospedale dal padre in auto.

FOTO DI ARCHIVIO

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Predappio, manifestante con la scritta “Auschwitzland” sulla maglietta. “È solo humor nero”

prev
Articolo Successivo

Maltempo, Italia in ginocchio al Centro e al Nord. Alberi abbattuti dal vento: sei morti – CRONACA ORA PER ORA

next