Luigi Di Maio, dopo la denuncia fatta nel salotto di Bruno Vespa, intercettato starmene non risponde alle domande dei giornalisti. Sulla vicenda della ‘manina’ nel DL Fiscale l’opposizione, con Matteo Orfini, presidente del partito Democratico attacca: “Solidarietà alla Procura che si dovrà occupare di cose palesemente insensate, ridicole e folli. Siamo di fronte ad una cosa senso: Di Maio cerca di nascondere il fatto che stanno facendo un condono”.

Orfini aggiunge: “O la. manina del Presidente Conte o di Giorgetti o Di Di Mio medesimo”. Siamo di fronte ad un attacco ai tecnici del Ministero dell’Economia, che lavorano per sabotare il Governo, secondo quanto sostiene Di Maio? “Fosse così significherebbe che il Presidente del Consiglio, i due vicepresidenti ed il sottosegretario alla Presidenza sono delle pippe, cioè che firmano cose che non leggono o che sono un tantino inadeguati. Qui il problema è politico, il M5S sta facendo cose che avrebbe giurato non avrebbe mai fatto e polveroni e complotti servono per nascondere lo sconcerto del loro elettorato”. Sulla denuncia del Vicepresidente 5 Stelle è poi arrivata la precisazione dell’ufficio stampa del Quirinale: “Dimostrazione che parliamo di una situazione dadaista” conclude Orfini.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Manovra, Conte: “E’ molto bella, Merkel è impressionata”. Ma i leader sono critici Commissione al Belgio: “Troppo deficit”

prev
Articolo Successivo

Sgarbi alla Camera infuriato contro Di Maio: ‘Non è un caso politico, ma psichiatrico. Si trovi lavoro che non ha mai avuto’

next