Alla Milano Games Week, la tre giorni dei videogiochi in programma alla Fiera di Milano a Rho-Pero, protagonisti sono stati anche i Cosplayer. Impiegati, studenti, consulenti d’azienda con l’hobby di travestirsi con costumi e trucchi elaborati, per riprodurre il proprio personaggio preferito. Una passione che può costare anche 2mila euro per un costume e mesi e mesi di lavoro per prepararlo

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

L’illusione del ‘multiculturalismo’

next