“Mai avuto tessere di partito, mai militato in un partito. E il mio non è un mandato politico”. Così il presidente indicato dal Cda Rai, Marcello Foa, durante l’audizione in commissione Vigilanza. “Non ho mai cercato appoggi politici per fare carriera”, ha aggiunto Foa, rivendicando come i suoi “valori” sono “quelli dell’indipendenza e onestà intellettuale”. Di fronte agli attacchi delle opposizioni delle ultime settimane, Foa ha rivendicato di voler “difendere il pluralismo“. E ancora: “Il mandato che ho ricevuto dal governo non è politico, ma professionale: intendo onorarlo in nome dei valori del giornalismo”.

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Decreto Genova, Toninelli: “Lo Stato ricomincia a fare lo Stato. Possiamo controllare e punire i concessionari”

next