“Una volta abbattuto, società Autostrade come prevede il contratto che la lega allo Stato, deve al più presto ricostruire il ponte per renderlo fungibile”. Così il presidente della regione Liguria Giovanni Toti, ha risposto da Cernobbio alle parole del vicepremier Luigi Di Maio sulla ricostruzione del viadotto crollato il 14 agosto scorso.

La scelta di Fincantieri, a guida di un Ati di imprese, per ricostruire il ponte Morandi a Genova “è quello che vogliono tutti. Perché dovremmo fare diversamente?”: il presidente della Liguria Giovanni Toti lo ha chiesto in conferenza stampa a margine del workshop Ambrosetti di Cernobbio.  “Questa – ha aggiunto – è una decisione squisitamente politica che vede convergenti Comune, Regione e, per una volta, il governo”.  “Siamo tutti d’accordo di far costruire il ponte a un’azienda pubblica e se il governo vuole favorirci – ha concluso – fa un decreto Genova” per poter derogare al codice degli Appalti e quindi tagliare i tempi.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Successivo

Tap, Di Maio: “M5s era e rimane contrario. Il dossier è sul tavolo del Presidente del Consiglio”

next