“Una volta abbattuto, società Autostrade come prevede il contratto che la lega allo Stato, deve al più presto ricostruire il ponte per renderlo fungibile”. Così il presidente della regione Liguria Giovanni Toti, ha risposto da Cernobbio alle parole del vicepremier Luigi Di Maio sulla ricostruzione del viadotto crollato il 14 agosto scorso.

La scelta di Fincantieri, a guida di un Ati di imprese, per ricostruire il ponte Morandi a Genova “è quello che vogliono tutti. Perché dovremmo fare diversamente?”: il presidente della Liguria Giovanni Toti lo ha chiesto in conferenza stampa a margine del workshop Ambrosetti di Cernobbio.  “Questa – ha aggiunto – è una decisione squisitamente politica che vede convergenti Comune, Regione e, per una volta, il governo”.  “Siamo tutti d’accordo di far costruire il ponte a un’azienda pubblica e se il governo vuole favorirci – ha concluso – fa un decreto Genova” per poter derogare al codice degli Appalti e quindi tagliare i tempi.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Successivo

Tap, Di Maio: “M5s era e rimane contrario. Il dossier è sul tavolo del Presidente del Consiglio”

next