“La tragedia di Marcinelle a me fa riflettere sul fatto che non dobbiamo emigrare dall’Italia. E ricordiamo come, in quell’occasione, due Stati si sono scambiati del carbone per delle vite umane”. A dirlo, scatenando le polemiche, è stato il vicepremier Luigi Di Maio, dopo le parole del ministro degli Esteri, Enzo Moavero Milanesi, che ha ricordato come anche gli italiani furono un popolo di migranti.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Agenzia delle entrate, nuovo direttore è il generale della Gdf Antonino Maggiore. “Azzerati i vertici di Dogane e Demanio”

prev
Articolo Successivo

Marcinelle, si possono avere idee diverse sui migranti ma basta col mito ‘italiani brava gente’

next