Francesco Boccia ha chiesto il ritiro dell’emendamento Lepri alla riunione della direzione del Pd: “Voglio parlare con gli elettori precari, senza lavoro, pensionati senza certezze che hanno votato non casualmente i 5 stelle. Con Casaleggio non ho nulla da condividere. Con la vedovanza non si va da nessuna parte. Ricordiamo agli italiani che non ci hanno capito. Dobbiamo imparare dai nostri errori. Il decreto dignità ci sfida sul tema del precariato e noi cosa facciamo? Cancelliamo gli indennizzi ai lavoratori? Aiutiamo Martina. Prima facciamo un congresso prima ci capiremo. L’emendamento Lepri è evidentemente un errore. Mi auguro che Martina cancelli quella proposta. I 5 stelli vanno sfidati sui costi del lavoro a tempo indeterminato. È qui che voglio recuperare il mio Pd il mio mondo. Ecco perché penso che prima si va al congresso, meglio è per tutti”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Anas-Ferrovie, il ministro Danilo Toninelli: “La fusione è certamente sbagliata. Fatta senza capire perché”

next
Articolo Successivo

Austria, con il doppio passaporto Sebastian Kurz getta benzina sul fuoco del nazionalismo

next