“Berlusconi ha reso ricattabile il governo del suo Paese”. In esclusiva su Loft, Marco Travaglio e Giampiero Mughini duellano sulla storia dell’uomo che ha segnato il destino d’Italia. Ad Accordi&Disaccordi’, condotto da Andrea Scanzi e Luca Sommi. Una puntata da collezione solo per gli abbonati della piattaforma tv dal titolo ‘Berlusconi, ieri oggi e domani’.
Sulle cene eleganti ad Arcore, il giudizio del direttore de Il Fatto Quotidiano è senza appello: “Queste ragazze entravano coi cellulari senza alcun controllo, riprendevano e fotografavano. Così si è reso ricattabile”. Mughini invece assolve Berlusconi con ironia: “Tutto ciò è ripugnante dal punto di vista di chi ama le donne, purtroppo a casa mia sono venute solo giornaliste di sinistra, cose che non vi posso descrivere”, dice il giornalista tra le risate in studio.
Scanzi e Sommi riavvolgono il nastro e tornano alle origini dell’impero berlusconiano. Travaglio ricorda quando il Biscione era sull’orlo della bancarotta: “Fininvest era quasi fallita, la salvò Massimo D’Alema con la bicamerale”. “Berlusconi era terrorizzato di finire dentro per Mani Pulite – aggiunge – ed entrò in politica”. Per Mughini, l’ex Cav non era l’unico a temere i giudici: “Anche Agnelli aveva paura”. Scampato il pericolo, dopo mille traversie, oggi il governo deve ancora fare i conti con Silvio Berlusconi.

‘Accordi&Disaccordi’ è una serie originale prodotta da Loft Produzioni. Le prime sette puntate sono andate in onda su NOVE, visibile al canale 9 del Digitale Terrestre, Sky Canale 145 e Tivùsat Canale 9.