“Clandestino. La caccia aperta” è il titolo del nuovo libro di Furio Colombo, presentato a Roma alla Galleria Alberto Sordi assieme a Shukri Said dell’associazione Migrare. “Si usa continuamente la parola clandestino per definire tutti gli immigrati nel nostro paese, anche quelli che lavorano regolarmente e contribuiscono alla nostra pensione. La parola è falsa“, dice Colombo.”È un libro contro la barbarie, che smonta tutte le falsità intorno al tema”, dice il giornalista de Il Fatto Quotidiano Enrico Fierro. “Colombo lo dice con chiarezza: tutto quello che vi hanno raccontato non è vero”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Salvini smentito dagli psichiatri: “Boom di aggressioni? Falso. Meno parole, ministro, la preghiamo. Più fatti. E fondi”

next
Articolo Successivo

Monfalcone, le ‘classi ghetto’ non si contrastano escludendo 60 bambini stranieri

next