Lo sciopero dei benzinai, in programma inizialmente a partire dalle 22 di lunedì 25 giugno fino alle 22 del giorno successivo, è stato revocato. Dopo l’incontro al Ministero dello Sviluppo economico coi rappresentati dei gestori di benzina, c’è stato l’annuncio di Luigi Di Maio: “In queste ore al Ministero dell’Economia, con Giovanni Tria che ringrazio, si sta scrivendo la norma per il rinvio dell’obbligo di fatturazione elettronica al primo gennaio 2019, che entrerà nel decreto dignità”. L’obbligo, in caso contrario, sarebbe scattato l’1 luglio. “Lo strumento della fattura elettronica è uno strumento valido, che dovrà partire quando le categorie saranno pronte” ha aggiunto Di Maio.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Ballottaggi 2018, Brunetta e il nuovo appello a Salvini: “Il tuo egemonismo è destinato a fallire. Vinciamo solo uniti”

prev
Articolo Successivo

L’educazione civica spiegata a partire dal panino di un bimbo dai capelli rossi

next