Le ceneri dell’uomo che sognava di “superare” Albert Einstein sono in una tomba accanto a quelle di Isaac Newton e di Charles Darwin nell’abbazia di Westminster. E mentre a Londra si svolgeva la cerimonia pubblica di sepoltura del grande astrofisico di Stephen Hawking le sue parole di pace e speranza sono state diffuse nello spazio attraverso un’antenna parabolica in Spagna.

L’astrofisico di Cambridge morto lo scorso 14 marzo a 76 anni è stato onorato da un migliaio gli ospiti presenti, da vari Paesi del mondo, inclusi il premio Nobel per la Fisica Kip Thorne (con cui Hawking faceva sorprendenti scommesse), l’attore Benedict Cumberbatch, che ha interpretato il fisico in una serie della Bbc, l’astronauta Tim Peake e il leader dell’opposizione parlamentare britannica Jeremy Corbyn, numero 1 di quel Partito Laburista di cui Hawking fu sino alla fine sostenitore convinto.

Hawking riposa tra i grandi della Scienza. Newton era stato sepolto nell’abbazia nel 1727, Charles Darwnin nel 1882, Ernest Rutheford nel 1937 e Joseph John Thompson nel 1940. “È del tutto consono che i resti del professor Stephen Hawking siano sepolti qui, accanto a quelli di altri importanti scienziati. Crediamo che sia cruciale che la scienza e la religione lavorino insieme per cercare le risposte ai grandi interrogativi sui misteri della vita e dell’universo”, ha commentato il ‘dean’ di Westminster, John Hall.

A margine della cerimonia, come annunciato, le parole “di pace e di speranza” di un messaggio lasciato in eredità dallo scienziato defunto sono state quindi inviate nello spazio attraverso un’antenna parabolica dell’Esa, in direzione del meno remoto dei buchi neri dell’universo.