Carrie Bradshaw indossa un abito bianco corto e un paio di decollete cosparse di paillettes dorate. Chiama un taxi agitando la mano e mentre sale, la macchina da presa si sofferma sulla suola delle sue scarpe. La scena è di Sex and The City 2 (il film) e un motivo per indugiare sulle decollete il regista ce lo aveva: si trattava di Louboutin. Scarpe che sono diventate iconiche proprio grazie alla loro suola: rossa, laccata e inconfondibile.

Un segno, un modo per ostentare un lusso senza esporre alcun logo. Anzi, da oggi è proprio la suola rossa che può essere considerata logo: sarà infatti solo il marchio francese a poterla laccare di quel preciso colore, il ‘Pantone 18 1663TP’. A stabilirlo è stata la corte di giustizia europea, che ha difeso l’esclusività della suola rossa dello stilista francese in una battaglia legale contro la catena olandese Van Haren. La controversia legale con la società olandese, accusata da Louboutin di contraffazione, si era concentrata sul fatto che la protezione marchio di Louboutin interessasse la forma o il colore delle suole delle calzature. E oggi i giudici europei hanno affermato che la distintività del marchio Louboutin “non riguarda una forma specifica” delle calzature, ma il colore rosso. Ora la parola spetta nuovamente ai tribunali olandesi, che devono ancora pronunciarsi sull’accusa nei confronti di Van Haren, ma intanto la Maison Louboutin ha accolto la sentenza “calorosamente”.

E’ “una vittoria piena e una grande soddisfazione“, hanno commentato i rappresentanti legali della casa di moda fondata nel 1991. Negli ultimi anni Christian Louboutin ha dovuto affrontare diversi procedimenti giudiziari, in Francia e all’estero, riguardanti controversie con altri marchi che hanno commercializzato scarpe con suola scarlatta. A conferma del tratto distintivo delle suole rosse Louboutin, nel 2012 la giustizia degli Stati Uniti, a seguito di un processo contro Yves Saint Laurent, ha riconosciuto che le famose suole rosse potevano essere depositate come marchio, “a meno che il resto della scarpa non sia dello stesso colore”. Da ora in poi, quindi, le fortunate che acquistreanno un paio di scarpe Louboutin (i prezzi non sono certamente abbordabili) sapranno che ai loro piedi ci sono scarpe che non possono essere imitate.