Dopo il giuramento al Colle, Matteo Salvini ha partecipato al primo Consiglio dei ministri da vicepremier e ministro dell’Interno. Dopo le promesse in campagna elettorale sui numeri del piano rimpatri (10mila al mese, ndr), ora, però, il segretario della Lega sembra frenare: “Piano irrealizzabile? Andiamo a studiare come farne arrivare di meno e partire di più”. E ancora: “Se confermo i numeri? Ci sono dei tecnici molto più preparati di me…”, ha tagliato corto. Infine, sulla durata del governo M5s-Lega, ha ironizzato: “Se l’esecutivo dura 5 anni? Almeno dieci”. Dopo il primo Consiglio dei ministri, alla fine, Salvini è pure risalito al Quirinale a piedi, scattando diversi selfie insieme ai suoi sostenitori e incassando anche qualche accusa da alcuni contestatori.