Questure e prefetture di tutta Italia allertate per possibili gesti simbolici o azioni contro i palazzi del potere. È questo il contenuto della nota diramata dal Dipartimento di pubblica sicurezza, in allarme per il clima che si respira nel Paese dopo la crisi istituzionale degli ultimi giorni.

Secondo gli apparati di sicurezza e di intelligence, al momento non ci sono segnali specifici legati alle iniziative annunciate dal Movimento 5 stelle e la Lega. La preoccupazione, però, è che i toni possano esasperarsi ulteriormente. E che singoli o gruppi di estremisti decidano di attaccare le istituzioni italiane. Per questo, il Dipartimento ha invitato a innalzare la sicurezza sui palazzi del potere. A Roma, dove c’è la quasi totalità delle sedi, e nelle altre città, a partire da Milano. Da tenere sotto controllo anche gli uffici dell’Unione europea.

La nota del Dipartimento fa riferimento esplicito solo alla possibilità che gruppi radicali (dagli anarchici a quelli di estrema destra) possano contrapporsi alle manifestazioni ‘ufficiali’ già programmate. In particolare a quella del 2 giugno. L’innalzamento dei livelli di sicurezza, quindi, va a integrare la circolare già diramata sulle misure da attuare per la Festa della Repubblica: evitare che le contromanifestazioni di antimilitaristi e pacifisti possano ostacolare la parata militare ai Fori Imperiali e le altre iniziative in Italia; segnalare tutte le informazioni relative agli eventuali arrivi a Roma di soggetti che potrebbero dare vita a ‘azioni di disturbo’. Ma sul tavolo degli apparati di sicurezza ci sono anche le manifestazioni ufficiali organizzate dai partiti: dal sit-in del Pd in Santi Apostoli previsto per venerdì, all’appuntamento lanciato da Luigi Di Maio alla Bocca della verità per il 2 giugno.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

SALVIMAIO

di Andrea Scanzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

Pd, tra i militanti dem in piazza per Mattarella: “Allearsi con Berlusconi? E’ il più governativo”. “Rischio fascismo”

next
Articolo Successivo

Di Maio: “Pronti a collaborare con Mattarella. Si faccia partire nostro governo”. E si riapre la trattativa con la Lega

next