A La Confessione in onda stasera, lunedì 28 maggio eccezionalmente in prima serata alle 21:25 sul Nove di Discovery Italia, Adriano Pappalardo racconta a Peter Gomez la sua vita nel mondo dello spettacolo e svela lati inediti di Lucio Battisti. “Di Lucio Battisti ho letto che aveva rapporti difficili con molti suoi colleghi, non sopportava Baglioni” chiede il giornalista. L’autore di ‘Ricominciamo’ sfoglia l’album dei ricordi: “Lui per offenderti non diceva: ‘Guarda che canti male, guarda che stai stonando’. Lui mi guardava e diceva: ‘Arifamola va, perché me sembri Claudio Baglioni così, per favore!’”. “Cosa diceva di Mina che è stata interprete di tante canzoni?” chiede il conduttore. Pappalardo di fronte al mito della ‘Tigre di Cremona’, esita: “Sinceramente, tranne alcune canzoni che le ha azzeccate… in alcune canzoni Battisti diceva: ‘Un po’ trombone… e io dicevo…”. Interviene Gomez:. “È Mina…”. Il cantautore chiosa: “Sì, perché giustamente diceva che la voce era tanta, ma l’emozione non c’era”. Poi il discorso vira sui talent. “Cosa pensa di X Factor e dei talent?”, chiede il cronista. L’ex vincitore dell’Isola dei famosi sembra proprio non apprezzarli: “Io chiuderei questa saracinesca di X Factor e li manderei a fare un po’ di gavetta come si usa fare, perché io sono venuto dalla gavetta”. Il giornalista vuole un commento su una delle star della giuria di X Factor: “Di un cantante come Fedez lei cosa pensa?”. Pappalardo è lapidario: “Io appena vedo Fedez in tv cambio subito programma, mi perdoni”.

A seguire, altre due interviste inedite a Costantino Vitagliano alle 22 e Roberto D’Agostino alle 22.30.

“La Confessione” (programma di Loft Produzioni per Discovery Italia) è disponibile anche su Dplay (sul sito www.it.dplay.com – o scarica l’app su App Store o Google Play). Nove è visibile al canale 9 del Digitale Terrestre, su Sky Canale 145 e Tivùsat Canale 9.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Loft Live, oggi alle 17.30 la diretta streaming con Marco Travaglio, Antonio Padellaro, Andrea Scanzi e Luca Sommi

next
Articolo Successivo

La Confessione, Roberto D’Agostino sull’epica rissa in tv con Sgarbi: “Avrei voluto spaccargli la testa con una bottiglia”

next