Mattarella? Con tutto il rispetto per l’istituzione, ma un presidente della Repubblica deve parlare come un buon padre di famiglia che ha a cuore la salute della propria famiglia. E invece io ho sentito un presidente che ha lanciato un allarme“. Sono le parole dell’economista Giulio Sapelli, nel corso di Non è L’arena (La7). “Mattarella è l’ultimo che deve lanciare allarmi” – continua – “Deve dire che, nonostante le scelte che, per carità, lui può non condividere, le cose vanno bene lo stesso e che il risparmio degli italiani sarà messo al sicuro. Se davvero la sua scelta cadesse su Cottarelli, sarebbe un po’ infantile. Ne abbiamo viste di tutte, ma come questa mai più. Pensavo che alla mia età mi fosse risparmiata una cosa di questo tipo. Tutti gridano all’allarme, ma poi mi pare che lo spread sia salito di soli 11 punti e che il risparmio sia forte”. E aggiunge: “Il cosiddetto mercato vede più lontano di questi allarmisti. Se si vogliono tosare le pecore, non si ammazzano. L’Italia è un grande Paese, ha il risparmio più grande del mondo”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Governo, Boccia vs Di Battista: “Impeachment Mattarella? Non soffiate sul fuoco, difendiamo il Paese insieme”

prev
Articolo Successivo

Governo, Cazzola a Sapelli: “Sono un uomo felice”. La replica: “Avete governato negli ultimi anni e distrutto l’Italia”

next