“Il mondo ci guarda. Abbiamo una grande responsabilità, dentro e fuori lo Stadio Olimpico”. Non ci sono solo le misure di prevenzione messe in atto da questura, Comune e prefettura in vista della ritorno della semifinale di Champions, Roma-Liverpool. Anche l’ex capitano giallorosso Francesco Totti prova a creare il clima giusto per la partita con un messaggio rivolto a tutti i tifosi: “Da qualche ora abbiamo iniziato a colorare la nostra città di giallorosso. Il mondo ci guarda e noi vogliamo vestire Roma con il suo abito migliore: siamo i suoi ambasciatori, abbiamo una grande responsabilità”.

L’invito di Totti è a supportare la squadra allenata da Eusebio Di Francesco, chiamata a una rimonta simile a quella con il Barcellona dopo il 5-2 dell’andata, “con l’amore e la passione che ci contraddistinguono, facciamo in modo che i nostri sguardi e quelli dei calciatori non siano distolti dal campo: ora più che mai è quello il centro del nostro universo”. Sul sito della società, l’ex capitano aggiunge. “Mercoledì, in ogni luogo di Roma, dovremo dimostrare una volta ancora di saper trasmettere i nostri valori: quelli dello sport, dell’accoglienza e del rispetto degli avversari“.

La preoccupazione delle forze dell’ordine è alta dopo gli scontri prima del match d’andata ad Anfield Road nel quale è rimasto gravemente ferito un tifoso inglese. Il piano per la sicurezza prevede l’impiego di mille agenti e l’attenzione puntata verso i 5mila tifosi del Liverpool. Tra loro, una cinquantina di hooligans ritenuti pericolosi e dunque tenuti sotto stretta osservazione. Per questo motivo dalla mezzanotte di martedì è scattato il divieto di vendita e trasporto di bevande alcoliche e in bottiglie di vetro. Valido nel centro storico e anche in tutta la zona dell’Olimpico e di San Giovanni.