Un’auto, sportiva, contro un campione olimpico. E’ questa la sfida andata in scena sulla pista più lunga del mondo, quella di Flevonice, nei Paesi Bassi: 3 chilometri di ghiaccio che ha ospitato la corsa contro il tempo tra l’oro olimpico 2018 nei 5.000 metri staffetta, l’ungherese Shaolin Sándor Liu, ed una Jaguar XE Sport aiutata dalla trazione integrale e spinta da un motore 2.0 Ingenium con 300 cavalli. La quale ha percorso il tracciato alla velocità media di 59 km/h. Sarà stata sufficiente per vincere la sfida contro il campione olimpico? Lo vedrete nel video qui sotto, dove appare anche Elise Christie, membro della squadra olimpica britannica, che ha fatto da madrina dell’evento.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Vespa Primavera, i primi cinquant’anni si festeggiano nel museo rinnovato – FOTO

next
Articolo Successivo

Roma, Psa fornisce quattro auto elettriche all’amministrazione comunale – FOTO

next