“Siamo tutti Nino Di Matteo“. Così, con queste urla, alcuni cittadini e attivisti di Agende Rosse e Scorta civica hanno incitato i magistrati nell’aula bunker del Pagliarelli, dopo la lettura della sentenza che ha sancito che trattativa ci fu tra Stato e mafia.  Applausi anche fuori dall’aula, dove un gruppo di persone ha ringraziato Di Matteo mentre stava uscendo accompagnato dalla sua scorta

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Trattativa, condannati Mori, De Donno, Ciancimino e Dell’Utri, assolto Mancino. La lettura della sentenza

prev
Articolo Successivo

Voto di scambio, i Caputo tornano liberi. Riesame accoglie ricorso del dirigente e del candidato della Lega in Sicilia

next