“Siamo tutti Nino Di Matteo“. Così, con queste urla, alcuni cittadini e attivisti di Agende Rosse e Scorta civica hanno incitato i magistrati nell’aula bunker del Pagliarelli, dopo la lettura della sentenza che ha sancito che trattativa ci fu tra Stato e mafia.  Applausi anche fuori dall’aula, dove un gruppo di persone ha ringraziato Di Matteo mentre stava uscendo accompagnato dalla sua scorta

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Trattativa, condannati Mori, De Donno, Ciancimino e Dell’Utri, assolto Mancino. La lettura della sentenza

next
Articolo Successivo

Voto di scambio, i Caputo tornano liberi. Riesame accoglie ricorso del dirigente e del candidato della Lega in Sicilia

next