Un ragazzo filma il sopraggiungere del tornado che si è abbattuto nel sud del Mississippi. Il tornado classificato in base alla scala Fujita come EF2, quindi con forte intensità e venti stimati fino a 185 km/h, ha travolto diversi centri abitati, lasciando alle sue spalle una scia di devastazione. Nelle immagini il vento piega gli alberi come fuscelli e riesce a scoperchiare il tetto di un’abitazione, spazzandolo via con furia devastante. Il National Weather Service, agenzia governativa che si occupa della previsione e prevenzione di tali eventi, ha confermato che nella zona si sono abbattuti ben sei tornado che hanno prodotto danni a numerose strutture, ferendo una persona e lasciando sul campo sessanta sfollati

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Mal di mare? Non guardate questo video. Il Mare del Nord mette a dura prova gli operai di un cargo e le loro cabine

prev
Articolo Successivo

Guerra in Siria, i giovani devono reagire. Scendere in piazza e fare la differenza

next