Una fetta di torta o un po’di sesso orale? O perché no tutti e due? Il 14 aprile ogni donna statunitense giunge all’apice dell’indecisione. Perché a tutte le signore e signorine è dedicato il Cake and Cunnilingus Day. Una giornata, almeno, in cui uomini (o donne) che si applicano a divorare torte sono invitati ad esprimere la stessa passione per dare piacere alle donne. Come ogni leggenda che si tramanda nell’epoca del web, le origini di questa originale celebrazione risalgono all’idea di contrapporre una giornata del piacere femminile a quella del piacere maschile, il 14 marzo, quando si festeggia (senza obbligo di firma, sia chiaro) lo Steak and Blowjob Day.

Ma attenzione, per tutti coloro che si avvicinano alla giornata senza sapere nulla, come del resto abbiamo fatto noi, un utile vademecum si trova sul sito web ufficiale del CCD (http://www. cakeandcunnilingus.com/) Ed ecco la sorpresa! Il Cake and Cunnilingus Day “è dedicato alla celebrazione del piacere femminile (…) si tratta di mettere i nostri (riferito alle donne ndr) orgasmi all’ordine del giorno chiedendo l’uguaglianza del piacere! Si tratta di sdraiarsi e rimpinzarsi di torta al cioccolato mentre il nostro amante infila la sua lingua ardente nella nostra vagina”.

Così se San Valentino è per gli innamorati, indipendentemente dal loro genere e riguarda soprattutto l’impegno per la relazione in atto che si festeggia, il Cake and Cunnilingus Day “ha qualcosa di più carnale – viene spiegato nella home page ufficiale della celebrazione – Dimentica le rose! Questo giorno mette l’accento sulle donne, la loro sessualità e le loro papille gustative”. Non è ben specificato però se le torte vanno acquistate dal pasticciere o dal fornaio di fiducia, oppure se deve essere la ragazza celebrata nel suo CCD a sfornarle calde prima del sesso orale. L’unico aspetto definito però è che nel sito web sopraindicato ci sono una quantità incredibile di pratiche con cui praticare cunnilingus da far impallidire Rocco Siffredi.