La tredicesima edizione de L’isola dei famosi, quella che sembra non finire mai, ha già i primi tre finalisti: Amaurys Perez, Nino Formicola e Bianca Atzei (Jonathan Kashanian e Francesca Cipriani si lottano l’ultimo posto disponibile al televoto). D’altronde lunedì prossimo, sia lodato Dio, il reality condotto da Alessia Marcuzzi giunge al termine per lasciare spazio alla nuova edizione del Grande Fratello Nip giostrato da Barbara D’Urso. Ci lasceremo alle spalle un’edizione torbida e appannata.

Ma veniamo ai fatti. A sorpresa (dato che era una delle candidate alla vittoria finale), è tornata in Italia Alessia Mancini. L’ex “ullalaulla” di Passaparola è stata accusata di omofobia, ma anche di essere falsa, ipocrita e doppio giochista. Insomma, ha fatto l’amplein. Poco dopo le grandi accuse, Alessia ha mostrato il suo lato più fragile, piangendo a dirotto e ammettendo di essere troppo critica con se stessa e con gli altri: “Sono sempre stata coerente. Questa esperienza mi ha aiutato a essere meno dura”, ha detto. Uno sfogo che però non è bastato e che ha guidato il pubblico alla sua eliminazione con il 56% dei voti.

Si è salvato invece Jonathan Kashanian, che invece voleva tornare a casa a causa del clima troppo teso in Palapa: “Tiratemi fuori adesso. Per stare qui, non vendo l’anima al diavolo. Ci sono parole che mi offendono come persona. Non faccio parte della famiglia, non mi sono schierato e l’ho pagato. Io ho subito lo sgambetto e ho reagito. Io ingenuo come Anna Frank che voleva vedere il buono in tutti. Fermate il televoto, me ne voglio andare subito”. Vabbè, la citazione della ragazza deportata poteva essere evitata.

Quindi un momento alla “Carramba” per Amaurys che ha incontrato il fratello Antonio che non vedeva da quattro anni. Nulla di nuovo per Bianca Atzei che, come in ogni puntata, è crollata in un pianto senza freni a causa della troppa pressione. È dovuta intervenire la madre in collegamento per placarla: “Sono fiera di te Bianca, basta, basta, basta. Sii forte e fatti scivolare tutto addosso. So io cosa hai subìto tre anni fa in ospedale, non farti sotterrare”, ha detto, ricordando l’intervento al cuore subito appunto anni fa.

Bellissimo il momento-verità di Nino Formicola, ovvero il 50% dell’ex duo comico Gaspare e Zuzzurro: “Appartengo a quella categoria che sul divano guarda Sanremo, Amici, L’Isola e il Gf per poi criticare e dire “Che schifo”, “Che scemo quello”. Ma poi ci sono caduto dentro come una pera. Credevo fosse più difficile, ho vissuto bene questa esperienza. La mia natura è quella di rompere le scatole ma poi ci rido su”. Lui è l’unico che merita la vittoria finale: sempre intellettualmente onesto, mai volgare, piuttosto ironico al punto giusto. Dovrebbe trionfare solo per la grande prova di umiltà che l’ha portato in Honduras nonostante la carriera alle spalle.