Massimiliano Fedriga (Lega), ospite di Otto e Mezzo (La7) risponde ai veti di Luigi Di Maio sulle alleanze di Governo: ‘Noi a Di Maio rispondiamo seguendo il voto del 4 marzo: vogliamo essere coerenti e rispettare l’impegno che abbiamo preso con gli elettori, i 5 Stelle sembra che invece scelgano uno schema proporzionale da Prima Repubblica. Ma un Governo non può basarsi su veti o prevaricazioni, ma solo sui temi che gli elettori hanno indicato il 4 marzo. Non si può pensare di spezzare il centrodestra e anche se è vero che non esistono maggioranze assolute in Parlamento, esiste quella relativa, del centrodestra’

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Governo, Pomicino: “Di Maio? Il voto popolare ha dimostrato che il 68 per cento non l’ha votato come premier”

prev
Articolo Successivo

M5s, Canfora: “Di Maio parla di rivoluzione? Quelle le fanno i popoli. Linguaggio da campagna elettorale”

next